Sepino, borgo sannita

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Sepino è un comune italiano della provincia di Campobasso, che fa parte del circuito dei borghi più belli d’Italia. Sorge a 702 m s.l.m., su di un colle boschivo alle propaggini del Massiccio del Matese.

Il centro abitato di Sepino, un tempo circondato da una cinta muraria a forma quasi ellittica, con porte, torri e un castello, conserva le tipiche caratteristiche medievali, con un’ampia piazza e stretti vicoli, dove spicca la chiesa di Santa Cristina con la sua particolare guglia a forma di bottiglia. Oggi rimangono i ruderi di alcune torri e tre porte, mentre il castello, fortemente danneggiato dal terremoto del 1805, fu progressivamente abbattuto.

Alle origini, però, la cittadina sorgeva più  a nord col nome di  Saepinum, fondata dai romani dopo lo spopolamento del borgo superiore di Altilia. Proprio nella zona archeologica di quest’ultima è possibile ammirare i resti dell’abitato romano, come il foro, la basilica, Porta Bojano, le terme, il teatro, il Cardo e il Decumano, le mura, le maestose porte d’accesso.

Proseguendo invece verso la montagna, a circa 953 m di altitudine, si trovano le rovine di Saipins, chiamata comunemente “Acropoli di Terravecchia”, importante centro sannitico del III secolo a.C.

La zona nei dintorni di Selpino è molto conosciuta anche per le sue risorse naturalistiche: di notevole interesse è in tal senso la località di Campitello di Sepino, dove si possono apprezzare ampi spazi verdi boscosi attrezzati. Da lì è possibile raggiungere le cime dei monti circostanti (Tre Confini, Mutria, Muschiaturo e così via).

di Massimo Reina