Tellaro, tra storia e leggenda

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Arroccato su uno sperone di roccia che affaccia sul Golfo della Spezia, Tellaro è la frazione più orientale del comune di Lerici. Con le sue casette colorate e ammassate tra loro, i suggestivi caruggi  in pietra e gli scorci da cartolina, è considerato uno dei Borghi più Belli d’Italia.

La borgata è raggiungibile in auto da una sola strada a picco sul mare, mentre a piedi attraverso alcuni sentieri pedonali che scendono verso il mare dagli abitati sovrastanti. Tellaro è il luogo ideale per gli amanti della natura e della buona cucina. Tra passeggiate rilassanti, mare ed escursioni è possibile godere di scorci mozzafiato, panorami da cartolina ma anche di qualche buon piatto della tradizione locale.

Tradizione che rivive anche in alcuni eventi annuali, come il Palio del Golfo, una sfida remiera che si disputa in estate nel mare del golfo della Spezia, o il suggestivo Natale Subacqueo che celebra la nascita di Gesù dal mare, con la statua del bambino che emerge dalle acque trasportata da un gruppo di subacquei fin nella mangiatoia, e la costa illuminata da migliaia di luci.

Curiosità: come ogni borgo che si rispetti, anche Tellaro può vantare delle curiose leggende: la più famosa delle quali è quella secondo la quale nel Medioevo l’abitato venne salvato da un attacco notturno di pirati saraceni da un polpo gigante, che svegliò la popolazione suonando le campane della chiesa.

di Massimo Reina