Vernazza, Cinque Terre da sogno

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Vernazza è un paesino di poco più di 800 anime che sorge in una baia tra Monterosso al Mare e Riomaggiore. E’ uno dei comuni che che costituiscono le Cinque Terre, cioè a dire quel tratto di costa della Riviera ligure di levante comprendente cinque borgate, che dal 1997 fa parte della lista dei Patrimoni dell’umanità dell’Unesco.

Il territorio è caratterizzato dai tipici terrazzamenti a fasce per la coltivazione della vite, delimitati dai caratteristici muretti a secco, mentre l’abitato presenta il classico stile del borgo marinaro ligure, con gli edifici tinteggiati costruiti in posizione ravvicinata, che compongono uno spettacolare mosaico di colori, divisi tra loro da stradine, scale e caruggi.

Sopra l’abitato di Vernazza, a quota 325 metri sul livello del mare, si trova il santuario di Nostra Signora di Reggio. Da lì lo sguardo si perde sulla distesa di tetti, dove in uno strapiombo di luci e colori le casette da vecchio borgo si impongono l’una sull’altra in una successione di sporgenze e rientranze, alternandosi alle figure di edifici sacri come la Chiesa parrocchiale di Santa Margherita d’Antiochia del 1318.

A sud di Vernazza, su un costone roccioso alto circa una settantina di metri, sorge invece il castello dei Doria, un edificio difensivo le cui origini risalgono all’XI secolo, anche se poi l’aspetto attuale è il risultato di secoli di modifiche anche strutturali. Dai suoi spalti si gode di un meraviglioso panorama, con sullo sfondo tutta la bellezza della costa della Riviera ligure di levante.

Il territorio di Vernazza comprende anche la frazione di Corniglia, un altro dei borghi che forma le Cinque Terre. Nei pressi del sentiero iniziale che conduce all’abitato si trova un’antica Torre di guardia, secolare sentinella a controllo della strada da cui poi si sale verso la cima del promontorio dove, circondato da vigneti, sorge Corniglia, coi suoi caratteristici vicoli stretti e le casette colorate.

di Massimo Reina