Il borgo di Bovino

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Adagiato sulle colline fra i monti della Daunia e la valle del Cervaro, Bovino è un comune della provincia di Foggia che fa parte del club dei Borghi più Belli d’Italia e delle “Bandiere Arancioni” del Touring Club.

La storia di questo borgo è secolare, e di esso si ha traccia fin dall’epoca romana, quando sotto il dominio di Roma, che lì aveva fatto erigere una fortezza, “vide” l’esercito di Annibale, nel 217 a.C., accamparsi prima della famosa battaglia di Canne.

Nell’alto Medioevo i bizantini migliorarono le fortificazioni romane, erigendone anche di nuove per assicurare una difesa ai suoi abitanti, anche se nel 969 il longobardo Pandolfo Testadiferro riuscì a espugnarne le mura con l’aiuto di Ottone I di Sassonia, riportandolo alla sovranità del Ducato di Benevento.

La struttura urbana del borgo è quindi prettamente medievale, con le casette di pietra grigia ammassate le une sulle altre a formare una sorta di barriera attraversata da strette viuzze e passaggi che a volte nascondono cortili, portali in pietra e splendide pavimentazioni.

Tra i monumenti di maggior interesse di Bovino spiccano i resti della cinta muraria di epoca romano-bizantina, il duomo, eretto nel X secolo in stile bizantino, rimaneggiato nella seconda metà dell’XI secolo e ricostruito nel XIV secolo, e il Castello Ducale, con la sua imponente torre normanna, costruiti nel XI secolo.

di Massimo Reina