La cattedrale in mezzo al lago

CONDIVIDI SU FACEBOOK

In  Patagonia, nella regione dei grandi laghi, tra fiordi e le propaggini estreme delle Ande, dove le vette del Cerro Fotz Roy e del Cerro Paine toccano il confine tra Cile e Argentina, c’è un lago bellissimo, per estensione secondo solo al Titicaca, il mitico lago diviso a metà tra Cile e Perù.

Contrariamente però al lago Titicaca che si trova a quasi 4000 metri di altezza, qui siamo solo in collina, a poco più di 200 metri sul livello sul mare. Le acque sono però cristalline, il lago è di origine glaciale, nasce direttamente dalle Ande, riversando le sue acque nell’oceano Pacifico attraverso il Río Baker. Ma il vero motivo per il quale tutti conoscono il lago Buenos Aires o come lo conoscono in Cile lago Generale Carrera è per la cosiddetta Cattedrale di Marmo.

Col passare dei secoli le acque del lago hanno eroso le scarpate costiere creando formazioni spettacolari di roccia, che quando il livello delle acque del lago si abbassa possono essere percorse al loro interno con piccole imbarcazioni. E’ davvero uno spettacolo unico, le foto sono li a testimoniarlo.  La cattedrale è uno degli isolotti che si trovano a pochi metri dalla riva, e che si chiamano Catedral de Mármol, Capilla de Mármol e Caverna de Mármol.

Sembra di essere in un vero e proprio paesaggio alieno, con le rocce che disegnano architetture spettacolari che si fa quasi fatica a credere siano naturali. La forza dell’erosione è stata così potente che le pareti sono levigatissime, non sembra quasi di trovarsi all’interno di una grotta, ma in una scenografia creata dall’uomo. Il tutto all’insegna del riverbero della luce del sole sulle acque cristalline.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

di Redazione