Rothenburg, gioiello medievale della Baviera

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Immersa nella verde Baviera, più vicina alla severa Norimberga che a Monaco, c’è un borgo medievale perfettamente conservato, un vero e proprio gioiello da cartolina turistica che non ha nulla da invidiare ai migliori borghi italiani, dall’impronunciabile nome di Rothenburg ob der Tauber. Talmente particolare da essere finito come sfondo all’interno di un videogioco ambientato ai Caraibi!

Rothenburg ha una storia millenaria:l’origine della città risale al decimo secolo quando venne costruito il castello dei Conti omonimi. Nei secoli successivi il borgo crebbe ma ebbe sempre una storia piuttosto travagliata, coinvolto nelle tante guerre che hanno insanguinato l’Europa negli ultimi cinquecento anni, da quella dei contadini subito dopo la Riforma a quella dei Trenta Anni. Anche il periodo napoleonico fu piuttosto turbolento, mai quanto le vicissitudini subite durante la seconda guerra mondiale. Rothenburg venne infatti parzialmente raso al suolo.

Il dopoguerra fu invece di tutt’altro segno, grazie ad importanti opere di ricostruzione che ci hanno lasciato il borgo com’era in tutta la sua ritrovata bellezza. Da visitare senza riserve è  la Marktplatz , la piazza del mercato, punto nevralgico della vita cittadina, vista anche la presenza del Rathaus. Il grande edificio del Municipio è tanto bello quanto “bizzarro”: possiamo ravvisare due differenti stili architettonici: una parte risale è decisamente gotica mentre la facciata principale sulla Marktplatz è rinascimentale.

Quello che però ha reso maggiormente celebre Rothenburg è la sua enorme cinta muraria che cinge la città e le maestose porte, come la Klingentor e la Galgentor. Più in generale Rothenburg è capace di offrire scorci meravigliosi, grazie alle sue architetture medievali perfettamente conservate e anche molto “colorate”. Un piccolo gioiello che tutti coloro che hanno deciso di visitare la Baviera non dovrebbero perdere.

di Redazione