E voi la conoscete Posada?

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Posada, capoluogo storico dell’omonima baronia in provincia di Nuoro, è uno dei centri abitati sardi più antichi in assoluto, addirittura sin da tempi remoti, e fa parte dei Borghi più Belli d’Italia.

Posada fu un centro italico-etrusco con ogni probabilità correlato al primo tentativo di colonizzazione della Sardegna da parte dei romani. L’abitato è formato da una serie di case dipinte e ravvicinate,  che dal basso “risalgono” la collina verso l’alto in direzione castello, attraverso un pittoresco dedalo di viuzze e stradine che culminano nella parte medievale superiore in vicoletti acciottolati e edifici in pietra esposta.

Il Castello della Fava, che domina l’intero abitato dall’alto di una collina, è il monumento storico più importante del paese. Secondo una leggenda il nome della fortezza deriverebbe da un episodio accaduto durante un assedio, quando gli abitanti fecero credere ai pirati saraceni che li attaccavano,  di avere ancora tanto cibo e non una singola fava, convincendoli a rinunciare all’assedio.

Nel comune di Posada ricade una parte del territorio del Parco naturale regionale di Tepilora, Sant’Anna e Rio Posada. Quest’ultimo ospita la valle del fiume omonimo fino alla sua foce, che si è creata per sedimentazione alluvionale e contiene numerosi spunti di interesse naturalistico.

Posada è famosa anche per le sue meravigliose e lunghe spiagge sabbiose, che dalla foce del rio proseguono fino a  San Giovanni – La Caletta per quasi 4 chilometri. Tra le due località c’è poi un angolo davvero suggestivo di terra, dove svetta una torre aragonese costiera, la Torre di San Giovanni, circondata dal mare da un lato, e da una pineta dall’altro.

di Massimo Reina