I giardini di Marqueyssac

CONDIVIDI SU FACEBOOK

A Vézac, nel dipartimento francese della Dordogna, nella regione dell’Aquitania, si trovano dei giardini dalle forme incredibili, che rivaleggiano senza timore anche i più belli tra i giardini formali all’italiana e all’inglese, e che non hanno paura di confrontarsi con quelli alla francese “classici”, come quelli  che si trovano alla reggia di Versailles. 

Costruito su uno sperone roccioso, il parco si affaccia sulla valle: dal belvedere della Dordogna, 130 metri sopra il fiume che porta lo stesso nome, si abbraccia un panorama sul Perigordcon tanti castelli e borghi caratteristici come Beynac-et-Cazenac, il castello di Castelnaud, Fayrac, Roque-Gageac Domme. Il castello di Marqueyssac è privato ed è stato costruito nel XVII secolo. Oggi la struttura è di proprietà di Kleber Rossillon dal 1996 e come le foto dimostrano è in una forma smagliante.

I giardini di Marqueyssac appartengono alla categoria dei giardini romantici del XIX secolo.  Anche se il giardino stesso è stato concepito originariamente da uno degli allievi di Andrè le Notre, colui a cui dobbiamo lo splendore dei giardini di Versailles. Origini più che nobili insomma. L’aspetto del giardino con i suoi sentieri sinuosi è tipico dello sviluppo del gusto della Francia sotto Napoleone III.

La tenuta è molto grande, circa  22 ettari, con tanto di boschi secolari, giardini con rocce, cascate, teatri, oltre a piante di vario genere e di varia natura. Uno spettacolo eccezionale, dove a farla da padrone sono le siepi arrotondate, che donano al giardino un aspetto quasi fiabesco.

Non mancano però siepi che sembrano verdi parallelepipedi abbandonati sulla collina, o alberelli anch’essi rotondissimi, come dei lecca lecca fatti di foglie. Allontanandosi un po’ dal castello c’è anche una bellissima passeggiata che completa i giardini aggiunta sul finire del diciottesimo secolo.  Incorniciata da perfette e curatissime siepi di rosmarino e santolina.

 

 

di Redazione