Adesso pedala: un grande progetto per sostenere le zone terremotate

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Oggi vogliamo parlarvi di Adesso Pedala, un progetto pensato ed organizzato da quattro amici che hanno deciso quest’estate di vivere un’esperienza diversa attraversando l’Italia in bici pedalando  con l’obiettivo di raggiungere i paesi colpiti dal terremoto per contribuire a tenere vivo l’interesse sul post-sisma e capire le problematiche legate alla ricostruzione. Scopriamo insieme qualcosa in più su di loro e la loro lodevole iniziativa.

Un progetto nato con la voglia di valorizzare, molti ragazzi si avvicinano con difficoltà al territorio italiano, preferiscono partire, invece voi noi, volete valorizzare e dare una mano, come è nata l’idea di Adesso Pedala? 

Siamo quattro amici ormai da tanti anni, con la passione per i viaggi all’aria aperta e la ricerca dell’avventura.  Il progetto nasce con grande spontaneità da una chiacchierata davanti a una birra. L’anno scorso Stefano e Luca hanno affrontato a piedi il Cammino di Santiago partendo dalla Francia fino all’Atlantico e i loro racconti dei paesaggi, della fatica e della soddisfazione di avercela fatta devono aver affascinato anche Daniel e Mirko.

Abbiamo deciso quindi di puntare a un’esperienza in bicicletta e di aggiungere alla bici e al semplice viaggio tra amici qualcosa di nuovo. Attraverseremo diverse regioni italiane, come Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Umbria, e ci sembrava giusto restituire qualcosa e dare un contributo al nostro Territorio; così è venuta l’idea di organizzare una raccolta fondi tramite crowdfunding, per aiutare un paese danneggiato dal sisma dello scorso anno.

Tutto quello che riusciremo a raccogliere durante la nostra avventura sarà devoluto all’associazione I Love Norcia, direttamente coinvolta nella ricostruzione delle zone colpite.

Quale sarà la vostra road map? 

Abbiamo definito un programma di viaggio seguendo una guida dedicata alla via Francigena, ci sentiamo comunque liberi di prenderci un giorno di riposo durante la pedalata, oppure alloggiare in qualche paese diverso da quello indicato.

In ogni modo le tappe previste sarebbero:

23/8 Orio Litta

24/8 Fiorenzuola

25/8 Fornovo

26/8Berceto

27/8 Avenza

28/8 San Miniato

29/8 San Gimignano

30/8 siena

31/8 radicofani

1/9 Orvieto

2/9 montegabbione

3/9 Assisi

4/9 Spoleto

5/9 Norcia

Come mai avete deciso di partire proprio ora?

Deciso il progetto, ci siamo resi conto che questa potrebbe essere l’ultima estate in cui possiamo dedicare così tanto tempo per una nostra passione. Siamo tutti studenti universitari e agosto e settembre sono gli unici momenti di libertà dagli studi.

 Dove potremo trovare aggiornamenti sul vostro viaggio?

Quando saremo in viaggio pubblicheremo quotidianamente le nostre foto, video e impressioni della giornata trascorsa, sulla nostra pagina facebook: https://www.facebook.com/adessopedala2017/

Non solo un viaggio per far conoscere e sensibilizzare, ma un viaggio per aiutare concretamente, come avete strutturato le donazioni?

I fondi andranno interamente all’associazione “I Love Norcia” che tramite il Progetto “Arca” sta progettando la costruzione di un centro polifunzionale: spazio collettivo e punto di riferimento per gli abitanti di Norcia.

La struttura verrà costruita secondo le più avanzate norme antisismiche e fungerà da primo rifugio ai cittadini di Norcia e del suo territorio in caso di emergenza sismica, pensato soprattutto per le fasce più deboli della popolazione (anziani, donne e bambini). Il centro rappresenterà anche un luogo di aggregazione e formazione per i giovani e uno spazio di assistenza per anziani e bisognosi. Sarà inoltre la sede della Protezione Civile e del Museo della Memoria.

Donare è facilissimo, basta accedere alla piattaforma di crowdfunding Ulule e dare il proprio contributo: è proprio come fare un acquisto on-line.

La policy di Ulule è tutto o niente: perciò o raggiungeremo la somma che ci siamo prefissati, 1000 euro, oppure le donazioni verranno restituite ai singoli benefattori. Speriamo di arrivare a questo traguardo e di superarlo! La piattaforma sarà attiva fino al ritorno dal nostro viaggio, cioè il 10 settembre, poi se raggiunto l’obiettivo verseremo il ricavato a I Love Norcia.

Che tipo di allenamento si segue per fare un giro come il vostro?

Ci reputiamo ragazzi allenati, ma non siamo veterani dei viaggi in bici, infatti nel nostro percorso fino a Norcia non puntiamo a nessun record , siamo spinti solamente dalla voglia di arrivare e dalle persone che già un mese prima della nostra partenza, stanno tifando per noi. Ovviamente ci stiamo comunque allenando con qualche uscita a settimana, chi in montagna e chi al lago, per affrontare le lunghe distanze e le salite più importanti come il Passo della Cisa!

di Alessia Mariani