Venzone: scopriamo il borgo dei borghi 2017

CONDIVIDI SU FACEBOOK

All’interno del territorio del Parco naturale delle Prealpi Giulie, là dove confluiscono la valle del Tagliamento e quella del Canal del Ferro, sorge Venzone, uno dei borghi più belli d’Italia.

Venzone, eletto “borgo dei borghi 2017” dalla giuria della trasmissione di Rai 3 “Alle falde del Kilimangiaro”,  nel 1965 è stato anche proclamato Monumento nazionale dal Ministero della Pubblica Istruzione per la sua importanza storico culturale in quanto unico borgo fortificato trecentesco della Regione e, in seguito, per essere uno dei più straordinari esempi di restauro in campo architettonico e artistico.

In effetti a Venzone la storia è di casa, e tracce delle sue origini celtiche, così come dei periodi in cui è stata sotto il dominio del Patriarcato Aquileiese, e poi di Guadi, Visigoti, Unni, Bizantini, Longobardi, Carolingi o veneziani, si possono ammirare in molti palazzi d’epoca e chiese come, per fare degli esempi, il municipio o il Duomo dedicato a Sant’Andrea Apostolo del 1308, ricostruito dopo il terremoto del Friuli del 1976.

La cittadina ha un particolare legame con il corpo degli alpini: non solo è una terra di tradizionale reclutamento alpino, ma ne ospita l’8º Reggimento nella caserma Feruglio.  Inoltre è famosa per  la presenza di insolite mummie appartenenti ad un’epoca compresa tra il XIV ed il XIX secolo. Si tratta di corpi il cui processo di mummificazione è dovuto a cause naturali, esposti in un edificio accanto al duomo.

Vista la sua collocazione territoriale, i boschi e le montagne attorno l’area di Venzone sono il luogo ideale per gli escursionisti e per gli amanti della natura: oltre ai meravigliosi panorami, la zona è ricca di fauna selvatica, ed è possibile, facendo attenzione e magari accompagnati da guide locali autorizzate, osservare linci, orsi, stambecchi, caprioli e camosci.

di Massimo Reina