Rocca San Giovanni tra storia e mare

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Rocca San Giovanni, in provincia di Chieti, sorge tra la foce del fiume Sangro e il torrente Feltrino, su un colle roccioso che si affaccia sulla splendida Costa dei Trabocchi. Anche questa località fa parte dei Borghi più Belli d’Italia.

Il paese venne fondato nell’XI secolo da Oderisio I, abate del Monastero di San Giovanni in Venere, e successivamente ampliato da Oderisio II, come forte di rifugio per i monaci dell’abbazia stessa e per le popolazioni del circondario. Della struttura difensiva di pietra e ciottoli che un tempo circondava l’intero borgo medievale, potenziata poi dai Normanni, oggi rimane poco, compresi il Torrione dei Filippini e il Bastione.

Rocca San Giovanni è famosa anche per molti altri monumenti di prestigio, come il palazzo comunale ottocentesco in stile neo-medievale, la chiesa di San Matteo, il Casino Murri e il centro storico risalente al Trecento, con le caratteristiche viuzze strette e intrecciate. Il borgo vanta anche lo Zoo Safari d’Abruzzo e una zona marittima ricca di frazioni e di località balneari di assoluta bellezza.

Le zone marittime di maggior interesse a Rocca San Giovanni sono Punta Cavalluccio in contrada La Foce, e Punta Punciosa, in direzione di Marina di Fossacesia, caratterizzate come le altre che insieme compongono la cosiddetta Costa dei Trabocchi, dalla presenza proprio di queste caratteristiche macchine da pesca in legno.

 

di Massimo Reina