Chia un tuffo dalla spiaggia più bella d’Italia

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Immerso in una natura incontaminata, il litorale di Chia è uno spettacolo di colori: dal mare cristallino al verde della macchia mediterranea, dalla laguna popolata da fenicotteri rosa alle dune dorate delle spiagge, se siete appassionati di mare e natura, allora non potete non guardare con interesse a questa affascinante area sulla costa meridionale della Sardegna.

Grazie a queste sue peculiarità, Chia si è vista confermare anche quest’anno il riconoscimento di “spiaggia più bella d’Italia”, ricevendo le cinque vele di Guida di Legambiente e Touring Club Italiano. Per la prima volta la Guida Blu premiava ampie zone costiere composte da più località, assegnando dei punti in base a diversi fattori, quali la qualità ambientale e dei servizi ricettivi, quella delle acque, la sostenibilità delle attività turistiche, la presenza di spiagge libere e la valorizzazione di tradizioni storiche ed enogastronomiche.


Per chi oltre alla spiaggia e al mare cerca qualcosa di più, infatti, Chia offre diversi spunti per una vacanza più “completa”. Per gli appassionati di storia, per esempio, a ovest della spiaggia Porticciolo c’è la Torre di Chia, una costruzione di origine spagnola del XVII secolo, mentre a est  l’isolotto di “su Cardolinu”, famoso perché gli archeologi vi hanno scoperto i resti di un antica città fenicia denominata Bithia.

Dal punto di vista naturalistico, invece, il turista può visitare il piccolo isolotto di Su Giudeu (che da il nome alla omonima spiaggia) o lo Stagno di Chia, dove fare birdwatching.

Se vi è venuta voglia di partire e raggiungere questa meta, potete affidarvi a Chia Laguna, parte del gruppo Italian Hospitality Collection. Per tutte le informazioni dettagliate vi rimandiamo al sito: http://www.chialagunaresort.com

di Massimo Reina