Era una discarica a cielo aperto ma il tempo e la pazienza della natura l’hanno trasformata in una spiaggia caleidoscopica

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Le azioni dell’uomo, sconsiderate, inconsapevoli, creano dei veri e proprio disastri ambientali, ma il mondo, la natura, compie dei miracoli che è impossibile solamente provare ad immaginarli, trasformando una discarica a cielo aperto fatta di vetro e bottiglie di ogni genere, in una delle spiagge più suggestive del mondo: Ussury Bay.

Foto credit @yuliya_savkina – The Siberian Times

Situata nel golfo dell’Ussuri, quindi nell’estremo oriente della Russia, Ussury Bay quando ancora c’era l’unione sovietica raccoglieva gli scarichi di bottiglie e ceramiche di ogni genere, i rifiuti erano talmente tanti che tutta la spiaggia venne dichiarata zona proibita ed il motivo era abbastanza evidente. Ma gli anni passano e l’acqua è paziente, ogni giorno sbattendo lungo le coste ha smussato tutti gli angoli di quel vetro trasformando ogni frammento in un gioiello.

Originariamente la spiaggia era coperta da sabbia nera vulcanica, oggi accoglie i turisti tra il riflesso di mille colori, sedimentati ed erosi dalla pazienza infinita e incessante del’acqua.

Foto credit: Anna Pozharskaya/The Siberian Times

Come per molte cose, la natura pone il suo rimedio, donando a noi, affittuari di questo pianeta, la possibilità di godere di paesaggi meravigliosi, nonostante il più delle volte non lo meritiamo, questa spiaggia che prima altro non era che un posto da cui stare alla larga, oggi è risplendente sotto le luci del sole, con delle scogliere a picco e le onde che si infrangono sulla riva.

L’inverno invece tutti i colori sono ancora più esaltati dalla neve, che posando lieve riflette e dipinge il golfo come un maestoso caleidoscopio.

Fonte http://siberiantimes.com

di Alessia Mariani