Isole Skellig: li dove Luke Skywalker dimora

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Tanto tempo fa, in una galas… in un freddo  oceano Atlantico, un gruppo di monaci decisero di fondare il loro monastero in un gruppo di isole remote, aspre e inaccessibili, ben oltre le coste della verde Irlanda. Oggi quelle isole le conosciamo bene, le abbiamo viste in Star Wars: Il risveglio della Forza, dimora di un vecchio e stanco Luke Skywalker.

Skellig Michael, detta anche Great Skellig, oltre ad essere la più grande è anche riconoscibilissima, sembra una gigantesca cattedrale emersa dalle acque. L’isola si trova a circa 17 chilometri dalle coste irlandesi, e nel caso si vogliano vedere i resti del monastero, datato 588, bisogna pensarci con buon anticipo date le regole ferree che regolano le visite all’isola. Solo dieci imbarcazioni possono lasciare la costa, con un massimo di 12 persone a bordo e soltanto una volta al giorno. Facile capire come l’isola e il monastero siano conservati perfettamente. Turismo, ma non di massa.

Per raggiungere i resti del monastero ci aspettano 500 ripidi gradini di una scalinata vecchia mille anni. Arrivati lo spettacolo è mozzafiato però. Una volta lasciata Great Skellig non dobbiamo perdere la possibilità di visitare anche l’isola più piccola, un vero e proprio santuario con decine di specie di uccelli. Oltre a migliaia di sule, trovano ricovero anche pulcinelle di mare, sterne artiche, urie nere, gabbiani reali, gazze marine, procellarie dei ghiacci, berte minori, cormorani, urie e procellarie.

Le isole Skellig non saranno certamente la solita Irlanda da cartolina, ma senza dubbio sono ugualmente affascinanti. Se capitate da quelle parti salite sulla prima barca disponibile e iniziate la scalata!

di Redazione