Sospesi a 300 metri d’altezza passeggiando sul cristallo: la nuova sfida della Cina che mette alla prova i nostri nervi

CONDIVIDI SU FACEBOOK

La Cina non si fa mancare nulla, anche dei costosi e trasparentissimi ponti di cristallo. Dopo quello da record nei pressi della città di Zhangjiajie, nella provincia di Hunan, ne è stato appena aperto un altro, più piccolo senza dubbio, ma ugualmente scenografico.  Questa volta siamo sul monte Langya, provincia di Hebei, nel nord della Cina.

Il ponte si trova all’interno di una sorta di una serie di speroni rocciosi, e termina con una piattaforma circolare, grande circa 466 metri quadri e che può sostenere fino a 200 persone.  Un punto d’osservazione davvero mozzafiato, situato a 450 metri d’altezza.

Per arrivare al ponte bisogna mettere in conto tre ore di trekking su fino al monte Langya. Certo, buona parte dell’avvicinamento si fa in funivia, ma rimane comunque una passeggiata decisamente impegnativa, ma che ripaga tanta fatica con un’esperienza strepitosa.

Ma quali sono gli altri ponti di cristallo in giro per il mondo? 

Sempre in cina come anticipato c’è il ponte di vetro sul canyon Zhangjiajie, nella provincia centrale cinese dello Hunan, che subito dopo la sua apertura (Agosto 2016) ha registrato il boom di visite e le autorità hanno dovuto chiudere l’attrazione per manutenzione…paura eh?

Per testare la resistenza del ponte hanno voluto martellarlo fino all’inverosimile, azione questa che dovrebbe tranquillizzare un po’ tutti quanti e facilitare la passeggiata a 300 metri di altezza sul canion, anche se a dir la verità, un po’ d’ansia la mette.

di Redazione