Taormina: 10 cose da non perdere nella perla dello Ionio

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Taormina sorge su una “terrazza rocciosa” al di sopra del Mar Ionio, sulla costa orientale della Sicilia. Con un’incredibile vista sul mare e sull’Etna, Taormina è incorniciata da case, fiori e dal teatro greco più bello dell’isola. In questo gioiello di città, ci sono molte cose da vedere e da fare, passeggiando per le strade e i giardini, salendo su al castello o scendendo verso le spiagge sottostanti.

1 Teatro Greco

Il Teatro Greco di Taormina è famosissimo in tutto il mondo, noto per la sua posizione sopraelevata da cui si vede un panorama sul mare mozzafiato. Originariamente costruito nel III secolo a.C. sotto Ierone II di Siracusa, fu completamente ricostruito in epoca romana – nel II secolo a.C. –  assumendo tutte le caratteristiche di un teatro romano. Entrare nella cavea perfettamente semicircolare e vedere il palco che si erge al di sopra del livello dell’orchestra e le finestre intorno è un’emozione unica.

2 Veduta sulla città

Per la maggior parte dei turisti, il  fascino di Taormina è la città stessa. Passeggiare per le sue strade fiancheggiate da edifici romantici e aperti su terrazze con viste stupende è un piacere. Giungerete a Porta Messina che, insieme all’adiacente Piazza Vittorio Emanuele, costituisce il grande ingresso della città. Questo è l’inizio della via principale, Corso Umberto, che attraversa la città prima di terminare a Porta Catania.

3 Piazza IX Aprile e la Chiesa di San Giuseppe

In piazza IX Aprile, che si trova lungo Corso Umberto, si apre su una terrazza da cui si ha una splendida vista panoramica sull’ Etna e la baia. Questa piazza è dove inizia la parte più antica della città, segnata da una torre con l’orologio di pietra. A decorare la piazza vi è la doppia scala e la facciata barocca della Chiesa di San Giuseppe, i cui interni sono decorati in stucco in stile rococò.

4 Cattedrale di San Nicola

Di fronte al Municipio, la via si allarga in Piazza del Duomo, con la Cattedrale di San Nicola. Fondata dagli Hohenstaufens nel XIII secolo e modificata più volte nei secoli XV-XVII, combina caratteristiche medievali e più recenti. La porta principale è in stile barocco ed è stata aggiunta nel 1636.

5 Via Circonvallazione

Via Circonvallazione corre parallela a Corso Umberto e conduce alla cappella Madonna della Rocca. Il percorso prosegue fino al Castello di Taormina, a oltre 300 metri sul livello del mare, sul Monte Tauro. Questo castello, con la sua torre, sorge sul sito dell’antica Acropoli e la vista da qui è spettacolare.

6 Isola Bella

Sotto Taormina vi è una piccola isola rocciosa, una riserva naturale quasi collegata alla terraferma da una spiaggia di sabbia. Ci sono calette e spiagge da esplorare, seguendo alcuni percorsi interni.

7  Palazzo Duchi di Santo Stéfano

Vicino a Porta Catania si trova Palazzo Duchi di Santo Stéfano, caratterizzato dalle sue finestre gotiche, dove all’interno della Sala Grande si svolgono concerti.

8 Palazzo Corvaja

Il palazzo prende vita da un’antica torre araba il cui corpo è ancora visibile nella corte dove si apre l’accesso al primo piano. Il palazzo sorge nella zona dove un tempo c’era l’antica agorà greca poi foro romano, ovvero il centro delle attività politiche e sociali della civiltà greco romana.

9 I giardini di Villa Comunale

I giardini pubblici di Villa Comunale sono popolati da una rigogliosa vegetazione costituita da palmizi, piante grasse e una vasta quantità di fiori. La villa era originariamente abitata da Lady Florence Trevelyan, una nobildonna scozzese, che fece edificare delle particolari costruzioni a scopo ornamentale, chiamate victorian follies.

10 Sant’Agostino

La piccola chiesa gotica di Sant’Agostino fu costruita nel 1448 come parte di un monastero degli Eremiti ed è ora utilizzata come biblioteca comunale.

di Marianna Feo