6 luoghi dove non dovresti mai fare selfie

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Il selfie è diventato così “importante” che non si può viaggiare senza scattarsi una fotografia. I selfie sono senza dubbio divertenti, un modo per renderci protagonisti delle cose che facciamo, ma è opportuno non esagerare. Non sempre l’autoscatto è una buona idea, specialmente se ci troviamo in alcuni luoghi dove un selfie potrebbe risultare di cattivo gusto. Ecco 6 posti dove non dovresti mai fare selfie.

1 I Campi di concentramento e memoriali

I campi  di concentramento preservano una pezzo di storia molto tragico, che ancora oggi colpisce la sensibilità delle persone. Se vi trovate a visitarne uno, la fotografia può aiutarvi a elaborare una cruda realtà del passato, ma un selfie potrebbe invece risultare inappropriato, se non quasi offensivo nei confronti di quelle persone decedute in questi luoghi della morte.  Anche il Memorial 9/11 di Manhattan è un altro di quei luoghi dove sarebbe meglio non scattare selfie, in rispetto della grave strage che rappresenta. Se vi trovate a New York, fatevi pure fotografie in Times Square o al Central Park, ma preservate il Memorial 9/11.

2 Vicino agli animali

Se siete in viaggio ad esempio nel Mar Rosso, non è corretto farsi un selfie con la GoPro vicino ai pesci colorati, specialmente se attirati vicino alla riva con qualcosa da mangiare. Non si fa altro che alterare il loro naturale equilibrio e ciclo di vita, disturbando la loro quiete. Tuttavia, per arginare tale fenomeno, sempre più luoghi stanno imponendo divieti o multe alle persone che cercano di fotografarsi  con la fauna selvatica.

3 Mentre si è in movimento

Il tentativo di farsi un selfie mentre si è in movimento è la peggiore delle idee. Se state passeggiando o (peggio) correndo potreste scontrarvi con qualcun’altro e farvi del male. Se volete uno scatto epico delle vostre esperienze di viaggio, fate una foto in una posizione sicura.

4 I bordi delle montagne, delle scogliere e di altri luoghi che sfidano la morte

Riuscire ad avere una bella fotografia con una magnifica veduta alle spalle è praticamente un must quando si viaggia, ma prestare attenzione a dove vi trovate. Evitate i punti troppo pericolosi, come i bordi delle montagne o delle scogliere.

5 I luoghi sacri

Chiese, moschee, templi e altri luoghi sacri sono tra i luoghi più belli e decorati delle città. Anche in questo caso, un slefie potrebbe risultare un gesto poco educato, specialmente se scattato vicino a un dipinto o una statua che ritrae santi o divinità. Meglio scattare delle semplici fotografie all’architettura, là dove non è vietato.

6 I musei

Molti musei di tutto il mondo, tra cui la National Gallery di Londra, la Città Proibita di Pechino e diversi dei principali musei di New York (MoMa, Met, Frick, Guggenheim), hanno bandito i bastoni da selfie. Invece che concentrare l’attenzione su voi stessi con la fotografia, meglio godersi l’arte guardandola con i vostri occhi.

 

di Marianna Feo