Buttereste mai spazzatura sul vostro tappeto? Il mondo è la nostra casa.

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Viaggiare è un modo per apprendere nuove culture, nuovi modi di vivere e luoghi sconosciuti di una bellezza incredibile. Ovunque noi andiamo, che sia un’isola in mezzo all’Oceano, una metropoli o un piccolo borgo, arricchiamo la nostra persona di tutto ciò che quei luoghi ci regalano.

Questa “generosità” nei nostri confronti, dovrebbe però essere sempre ricompensata con il nostro comportamento. Quando viaggiamo non dovremmo mai cadere nella tentazione di inquinare con i rifiuti i posti che visitiamo, specialmente se sono incontaminati. Soltanto con un atteggiamento di rispetto dei luoghi “altrui”,  possiamo godere veramente della bellezza di quelle mete.

Cerchiamo dunque di dedicare un minuto del nostro tempo a ciò che ci circonda.  Quando troviamo la spazzatura là dove non ci dovrebbe stare, potremmo prenderla e metterla noi nel bidone apposito, anche se non è colpa o responsabilità nostra.

Piccoli gesti come questi, compiuti da molte persone, possono avere un impatto così grande da migliorare davvero la bellezza dei luoghi. L’idea di visitare un posto e lasciarlo meglio di come lo si è trovato è una buona cosa. Suona semplice questo concetto, ma invece non è così scontato.

Sono tanti purtroppo gli impatti negativi che i viaggiatori provocano su una destinazione, come quando si deturpano le barriere coralline – rompendo quei coralli che hanno impiegato centinaia di anni per formarsi – oppure quando in una città si getta la sporcizia ovunque ci capiti.

La noncuranza nei confronti dei luoghi visitati dipende dall’ignoranza. Per rispettare la natura e non danneggiarla, è importante informarsi e sapere ad esempio che quelle tartarughe con cui si voleva fare una foto da postare su Instagram, avevano una probabilità di sopravvivenza molto bassa già prima di averle tirate fuori dall’acqua.

Se facciamo una ricerca prima di intraprendere una qualsiasi azione durante il nostro viaggio, possiamo sapere cosa è possibile fare e cosa no. E’ importante immergersi nella cultura del luogo per avere un’esperienza di viaggio più autentica e contribuire a promuovere le comunità e le culture.

Tutto ciò che impariamo dovremmo poi condividerlo con gli altri, in modo da diffondere la conoscenza dei territori. Più persone conoscono una destinazione, tanto più si visiteranno quei luoghi nel modo migliore. Quando si viaggia, dunque, cerchiamo sempre di rispettare i luoghi e le persone che ci ospitano, per un turismo migliore.

di Marianna Feo