Monteriggioni: la festa medievale tra storia e folclore

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Monteriggioni è un comune della provincia di Siena, noto soprattutto per il suo meraviglioso castello che domina dalla collina il paesaggio circostante. La fortezza venne fatta edificare dai senesi per ordinanza del podestà Guelfo da Porcari, in un periodo compreso tra il 1214 e il 1219, ed è oggi è una meta turistica tra le più ambite della Toscana.

Un gioiello dal fascino senza tempo

La fortezza fa parte degli Itinerari Culturali, inserita all’interno del percorso della Via Francigena, un antico itinerario di pellegrinaggio verso Roma simile al Cammino di Santiago di Compostela, dal Consiglio D’Europa. Per questa sua rilevanza rientra quindi nel progetto di ricostruzione territoriale del paesaggio medioevale, un’epoca che Monteriggioni rivive ogni estate attraverso una serie di eventi culturali che comprendono anche la Festa Medievale.

Misteri, paure e magie al tempo di Dante

L’evento prende il via il 6 luglio, con un banchetto dove gustare piatti prelibati realizzati secondo le ricette del tempo, per poi proseguire sempre dentro le mura e fra le caratteristiche viuzze in pietra di Monteriggioni, popolata da botteghe artigiane che ricostruiscono le attività lavorative del XIII e XIV secolo, il 7-8-9 e il 14-15-16 con musiche, danze e spettacoli in costume ispirati al tema di quest’anno che è “Misteri, paure e magie al tempo di Dante”.

Piccola curiosità

Monteriggioni, un po’ modificata, appare nella famosa serie di videogiochi Assassin’s Creed, precisamente nel secondo episodio e in Assassin’s Creed: Brotherhood. Nella finzione è governata da Mario, zio del protagonista Ezio Auditore, ospita la villa della famiglia e  funge da base agli Assassini nella guerra segreta contro i Templari.

Impressionante vero?

Per info: http://www.monteriggionimedievale.com

di Massimo Reina