Lorenzo Quinn: le mani che emergono e sostengono

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Con le mani possiamo fare un sacco di cose… Secondo l’artista italiano“abbiamo il potere di amare e di odiare, di creare e di distruggere”. Per questa ragione due gigantesche mani sono protagoniste dell’installazione “Support”.

Due braccia, due mani che si levano dalle acque del Canal Grande e sostengono l’Hotel Ca’ Sagredo. L’installazione sarà visibile al pubblico dal 13 maggio fino al 26 novembre, biglietto da visita perfetto per la mostra delle opere dello scultore italiano, figlio del grande attore Anthony Quinn, che si tiene proprio all’interno dell’Hotel.

“Venezia è una città d’arte galleggiante che ha ispirato le culture per secoli”, ha detto Lorenzo Quinn presentando l’opera. “Ma per continuare a essere così ha bisogno del supporto della nostra generazione e di quelle future, perché è minacciata dai cambiamenti climatici e dal decadimento provocato dal tempo”.

Credits to: Sergio Levorato, Halcyon Gallery

di Redazione