Viaggiare da soli ne vale la pena, ecco perchè

CONDIVIDI SU FACEBOOK

Alcune persone non vogliono viaggiare da sole perché hanno paura della solitudine, ma non sanno quanto sia invece una grande opportunità di godersi la totale indipendenza e di avere la libertà di fare ciò che ci piace e secondo i nostri ritmi. Puoi pianificare il tuo itinerario senza dover dare di conto a nessuno o affrontare disaccordi con gli altri sulle cose da fare.

Viaggiare da soli rafforza il nostro carattere, ci costringe ad uscire fuori dal nostro guscio, affrontando persone e situazioni diverse da quelle a cui siamo abituati. Detto ciò, il primo viaggio in solitudine non è semplice ed avere un po’ di timore è normale. Ma una volta provato, l’emozione che ci lascia è indescrivibile. Viaggiare da soli non significare “essere soli”.  Durante la vostra vacanza incontrerete tante persone che si troveranno nella vostra stessa barca. Una delle cose più belle che si impara viaggiando è infatti, è la capacità di acquisire l’arte di fare amicizia.

Sorridere è il miglior biglietto da visita;  non importa quale lingua parli o da quale paese vieni, un sorriso sul tuo viso ti darà subito un aria amichevole. Gli ostelli, ad esempio, sono il posto migliore per fare amicizia. Non a caso, la maggior parte dei viaggiatori solitari scelgono di soggiornare in alloggi tipo dormitorio, non solo perché sono più economici ma anche perché è molto facile incontrare persone e socializzare lì.

Viaggiare da soli ti permette di incontrare tanta gente interessante, ognuna con una storia di diversa. Se si vuole dunque provare la totale indipendenza, o semplicemente fuggire dalla nostra vita quotidiana, intraprendere un’avventura da soli, magari in luoghi magnifici, può essere estremamente stimolante.

E’ vero, viaggiare in solitudine è più difficile che viaggiare in compagnia di amici o familiari, ma a volte, specialmente nei momenti in cui volete cambiare qualcosa nella vostra vita, un viaggio solo con voi stessi può essere la scelta migliore.

di Marianna Feo